#serviziallapersona

NEETwork

In Italia i giovani 15-29enni che non studiano e non lavorano, i cosiddetti Neet, sono oltre 2 milioni, di cui 230.000 sono in Regione Lombardia (il 17% della popolazione della stessa fascia d’età).

Si tratta di un insieme estremamente eterogeneo per formazione, età, background familiare. Il 40% nella classe di età 15-29 anni ha conseguito al massimo la licenza media, quota che sale al 42% nella classe d’età 15-24 anni. Tali giovani hanno scarse competenze professionali, reti familiari e sociali poco supportive e un generale senso di sfiducia sia nei confronti delle istituzioni sia di future prospettive occupazionali, condizioni che li espongono ad un elevato rischio di marginalità

Obiettivo e target

Progetto NEETwork si rivolge alla componente più fragile dei neet, ovvero giovani con bassa scolarizzazione e back ground socioculturale deprivato che hanno difficoltà a riattivarsi autonomamente. In particolare, NEETwork offre a tali giovani la possibilità di intraprendere un percorso di avvicinamento al mercato del lavoro fatto di un “pacchetto di opportunità” tra loro integrabili o complementari, composto di: rafforzamento e orientamento al mercato del lavoro, formazione in ambito digitale e tirocinio retribuito della durata di 6 mesi presso un ente di terzo settore (ETS) o presso una impesa (compatibilmente alla disponibilità di posizioni di tirocinio).

I beneficiari di NEETwork sono ragazzi/e che non studiano e non lavorano in possesso dei seguenti requisiti:

  1. 18-24 anni
  2. domiciliati in Lombardia
  3. in possesso al massimo della licenza media
  4. inoccupati da almeno 3 mesi
  5. non iscritti a Garanzia Giovani

Modalità di intervento

NEETwork prevede l’intercettazione di giovani con le caratteristiche dei beneficiari mediante il sito di progetto (www.neetwork.eu) e mediante campagne sui principali canali social (facebook, instagram, youtube, tik tok..). Verificato il possesso dei requisiti di progetto, i giovani sono contattati direttamente dagli operatori di Mestieri Lombardia e Fondazione Adecco per lo svolgimento di due colloqui conoscitivi volti a rilevare i loro interessi e competenze, ad identificare il percorso più indicato tra quelli offerti, nonché l’opportunità di tirocinio meglio rispondete al loro profilo tra quelle disponibili. L’intervento prevede altresì la presenza di un team di coach impegnati ad accompagnare il giovane in entrata e in uscita dal progetto.

NEETwork prevede inoltre l’ingaggio degli Enti di Terzo Settore (ETS) lombardi disposti a aderire - e ad allearsi a Fondazione Cariplo - mettendo a disposizione posizioni di tirocinio retribuite per i giovani intercettati nell’ambito del progetto. Per gli ETS aderenti sono previsti incentivi economici (copertura di una quota di indennità di tirocinio, copertura delle spese INAIL, RC e di emissione dei cedolini, erogazione della formazione obbligatoria di base sulla sicurezza e la copertura del relativo costo) e supporti amministrativi come meglio specificato nelle condizioni di adesione in allegato. E’ possibile aderire al progetto compilando il form disponibile alla sezione “Enti e aziende” del sito www.neetwork.eu

Partner

Il progetto è promosso da Fondazione Cariplo in partenariato con Mestieri Lombardia, Fondazione Adecco e Istituto Toniolo e in collaborazione con Fondazione Vodafone.  Regione Lombardia è partner istituzionale.

Alleati strategici di NEETwork, sono gli enti di terzo settore e le imprese disposte ad accogliere un tirocinante a cui far sperimentare un’esperienza motivazionale e di educazione al lavoro.

I risultati della fase 1 e la fase 2 di NEETwork

NEETwork fase 1 si è svolto tra il 2016 e il 2019 con i seguenti risultati:

  1. 530 posizioni di tirocinio raccolte da parte di 274 organizzazioni non profit;
  2. 23.000 neet identificati in possesso dei requisiti dei beneficiari, 2.026 giovani contattati, 230 tirocini attivati;
  3. verifica dell’efficacia dell’utilizzo delle campagne online nell’intercettazione di giovani con le caratteristiche del target e della capacità di tale canale di raggiungere giovani diversi da quelli che portano il CV al centro per l’impiego e agenzia per il lavoro;
  4. presenza di giovani con un livello di fragilità più elevato del previsto, determinato da aspetti problematici e/o insuccessi nella propria storia personale, ma con livelli di motivazione apprezzabili una volta presi in carico e un incremento del livello di grinta e determinazione tra prima e dopo lo svolgimento del tirocinio;
  5. elevato interesse verso il progetto a livello nazionale e al livello internazionale con partecipazione a numerosi convegni in Italia e all’estero (Conferenza “Creating Calue Together” nell’ambito della Commissione Europea. Public-Private Collaboration for Social Impact – Tackling Unemployment Together” promosso da European Venture Philantropy Association entrambi a Bruxelles).

La fase 2 di NEETwork è prevista a partire da giugno 2021 con la raccolta delle posizioni di tirocinio. Da settembre 2021 sono attivati i percorsi a sostegno dei giovani.

Link: