#serviziallapersona

Housing sociale

Oltre 44 milioni di euro per rispondere ai problemi abitativi dei soggetti deboli

Una risposta efficace 

Il Progetto Housing Sociale è partito nel 1999 inizialmente con progetti pilota, capaci di dimostrare un approccio metodologico nuovo alla soluzione del problema e interventi con un forte impatto, che hanno puntato alla riqualificazione del territorio dal punto di vista edilizio-territoriale. Nel primo biennio sono così stati sostenuti 17 progetti erogando contributi per oltre 4 milioni di euro.

Il Piano d’Azione e la Fondazione Housing Sociale

Nel 2005 la Fondazione Cariplo ha adottato il Piano d’Azione "Favorire l’accesso ad abitazioni dignitose". Sono state definite tre finalità specifiche di intervento e i relativi strumenti, con il tentativo di coprire i principali ordini di problemi riconducibili al tema della difficoltà di accesso ad abitazioni dignitose:

  • affrontare l’emergenza abitativa con iniziative di prima accoglienza, attraverso un progetto specifico direttamente promosso dalla Fondazione Cariplo;
  • costruire e rafforzare l’autonomia abitativa dei soggetti deboli, promuovendo interventi di "seconda accoglienza con formazione all’autonomia", sostenendo direttamente attraverso un apposito bando, i progetti delle organizzazioni, definendo linee guida per le erogazioni che valorizzino gli elementi di qualità degli interventi;
  • favorire l’accesso al mercato della casa in affitto, attraverso la creazione della Fondazione Housing Sociale e il sostegno al fondo immobiliare etico "Abitare sociale 1".

Nel 2004 la Fondazione Cariplo, con la partecipazione e il sostegno della Regione Lombardia e dell’ANCI Lombardia, ha infatti costituito la Fondazione Housing Sociale. Alla nuova fondazione viene affidata la missione di sviluppare il Progetto Housing Sociale e, più in generale, di promuovere lo sviluppo e il rafforzamento del settore, seguendo i valori della Fondazione Cariplo.
Dal 2001 la Fondazione Cariplo ha strutturato appositi bandi, sollecitando soggetti pubblici e del privato sociale. Tra questi il bando "Diffondere gli interventi di housing sociale per rispondere in modo efficace ai problemi abitativi e sociali dei soggetti deboli della nostra società". Obiettivo: sostenere soluzioni abitative di lunga durata a un costo inferiore a quello di mercato, capaci di risolvere definitivamente il problema abitativo di soggetti svantaggiati, aiutandoli a raggiungere una condizione di autonomia. 

Un portale dedicato all'Housing Sociale 

www.housing-sociale.it si propone di raccogliere i contributi di tutti coloro che in Italia realizzano interventi di housing sociale.

Il portale rappresenta la più importante azione di monitoraggio sull’housing sociale in Italia, nonché un luogo di aggregazione per tutti gli operatori e le iniziative del settore. Grazie a sofisticati sistemi di georeferenziazione, il sito ha realizzato una vera e propria mappatura del fenomeno housing sociale nel nostro paese, sia di quello “temporaneo”, ossia rivolto a persone in difficoltà ed emergenza abitativa, sia di quello “abitativo”, che si occupa della costruzione di case a canone calmierato per giovani coppie, anziani, stranieri, famiglie monoreddito.

Il portale è stato presentato all’Università Bocconi di Milano ad ottobre 2014 e consente attualmente di trovare informazioni, foto e dettagli su 200 luoghi per oltre 700 alloggi diffusi nel territorio lombardo, che fanno riferimento ai progetti sostenuti dalla Fondazione Cariplo attraverso il bando “Housing Sociale” e tuttora attivi. Altre decine di interventi di housing sociale, in corso di realizzazione, saranno inseriti nella mappatura una volta completati. L’obiettivo finale sarà arricchire questo strumento in modo tale da far dialogare tra loro le comunità, le persone e le organizzazioni che vivono ed operano nel settore.