Intesa Sanpaolo

In seguito al processo di ristrutturazione del sistema creditizio italiano dettato dalla legge-delega Amato-Carli, alle operazioni di fusione tra Banca Cariplo SpA e Banco Ambrosiano (1998) e alle successive operazioni di aggregazioni, tra cui quella con Sanpaolo IMI (2007), Fondazione Cariplo è uno dei principali azionisti istituzionali di Intesa SanPaolo Spa (ISP IM EQUITY), gruppo bancario che si colloca tra i primi gruppi bancari dell'eurozona per capitalizzazione di mercato.

In data 9 aprile 2014, la partecipazione in Intesa Sanpaolo Spa è stata conferita nel mandato di gestione patrimoniale individuale presso Quaestio Capital Management SGR Spa, nel quale in precedenza erano già state conferite le altre partecipazioni in società quotate.

Al 31 Dicembre 2014, la Fondazione deteneva, all’interno della gestione, 767.029.267 azioni ordinarie di Intesa Sanpaolo Spa. Considerando il totale delle azioni ordinarie e risparmio non convertibili, pari a 16.792.277.146, la Fondazione deteneva il 4,568% del capitale della società. Rispetto al totale delle azioni ordinarie della banca, pari a 15.859.786.585, la Fondazione detiene il 4,836%.

L’azionariato di Intesa Sanpaolo Spa risulta attualmente così composto (titolari di quote superiori al 2% > VEDI QUI

Al 31 dicembre 2016, il controvalore di mercato della partecipazione in Intesa Sanpaolo Spa era pari a 1.860.813.002 euro (2,426 euro per azione) ed il peso della stessa rispetto al totale attivo a prezzi di mercato della Fondazione era pari al 24,27%.