Network

Ha un ambito di intervento lombardo, ma una visione internazionale. Ecco la duplice veste di Fondazione Cariplo. Se da un lato il suo impegno filantropico si concentra in Italia, dall’altro l’importanza e lo standing varcano le frontiere. Fondazione Cariplo è molto attiva sul fronte delle relazioni internazionali, anche grazie all'impegno profuso dal compianto Segretario Generale, Piermario Vello.


Partecipazioni istituzionali

Sul piano istituzionale, Fondazione Cariplo, infatti è rappresentata nel Governing Council e Management Committee dello European Foundation Centre, nell’EFC Research Forum e Steering Group; nello European Environmental Funders Group e nell’EFFIO - European Foundation Financial and Investment Officers Group. Fondazione Cariplo partecipa anche all’EVPA, network europeo dedicato alla venture philanthropy.


Progetti e partnership

Sul fronte delle attività, Fondazione Cariplo ha promosso iniziative sul fronte della ricerca scientifica; per i giovani impegnati in questo campo c’è il Lindau Nobel Laureate Meeting: settimana di confronto con i premi Nobel a cui partecipano i migliori studenti lombardi; sempre sul fronte ricerca, Fondazione Cariplo lavora per le Neglected Tropical Diseases, in partnership con le fondazioni Gulbenkian, Volkswagen, Mérieux e Nuffield e ha siglato un importante accordo con la fondazione francese Agropolis per la ricerca in campo agroalimentare con focus sul settore cerealicolo.


Scienziati internazionali valutano i progetti

Per la valutazione dei migliori progetti da finanziare, la Fondazione si avvale della collaborazione di peer review che, da ogni parte del mondo, analizzano e offrono il loro parere sulla validità delle iniziative che chiedono un contributo dalla Fondazione, considerata dalle principali fondazioni internazionali come modello da imitare.


Attività nei 4 settori di intervento

In campo ambientale c’è il Progetto Rete Biodiversità, cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma LIFE+ Natura per la realizzazione di due corridoi ecologici in provincia di Varese; il Progetto GESTIRE, cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma LIFE+ Natura per le strategie di gestione delle aree Rete Natura 2000 in Lombardia, e il Convenant of Mayors (Patto dei Sindaci), movimento europeo a sostegno dell’efficienza energetica e dell’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili; non mancano collaborazioni su progetti legate ai Servizi alla Persona, come la collaborazione con la fondazione tedesca Bertelsmann sul tema del dialogo interculturale, o le numerose iniziative nel campo della cooperazione internazionale in partnership con importanti fondazioni europee.

E ancora il Progetto  PARLEZ-VOUS GLOBAL? - Educare allo sviluppo tra migrazione e cittadinanza mondiale, co-finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del programma “DEVELOPMENT EDUCATION in the EU”. Sono in fase di definizione anche iniziative sul tema della social innovation.

Il progetto Etre delle Residenze teatrali ha ormai raggiunto visibilità ben oltre le frontiere. Cuore dello scambio di esperienze gestionali è T.i.e.p.o.l.o (Tailor-made International Exchange Program Offering Learning Opportunities), un programma di interscambio breve (5 giorni circa) di personale con fondazioni eccellenti, basato sull’attività di benchmarking dei progetti o dei processi. E’ alla quarta edizione ELL- European learning lab, il laboratorio di apprendimento internazionale a cui partecipano fondazioni da tutta Europa e Stati Uniti che si è dedicato, tra le altre cose, al tema della valutazione dell’impatto dell’attività filantropica.