#ambiente

Strategia Clima

Il contesto

L’Unione Europea, nell’ambito di tutte le iniziative riferibili al Green Deal, ha delineato la nuova Strategia dell’UE di adattamento ai cambiamenti climatici (Plasmare un’Europa resiliente ai cambiamenti climatici) con cui intende impegnarsi in un percorso di resilienza e di risposta efficace agli impatti del cambiamento climatico sul territorio, sulle persone e sull’economia europea. È proprio in virtù di questa visione che l’UE ha stabilito che almeno il 37% dei fondi stanziati col programma Next Generation EU, il cosiddetto Recovery plan messo in atto per fronteggiare le conseguenze economiche dovute alla pandemia di COVID-19, dovrà essere speso in azioni per il clima e analogamente almeno il 30% di tutto il budget comunitario che verrà stanziato nel quadriennio 2021-2027. La Strategia Europea rimanda anche al senso e alla necessità di una cooperazione tanto a livello internazionale tra Stati membri quanto a livello locale per fronteggiare quest’importante sfida.

A livello nazionale è stata varata la Strategia italiana di lungo termine sulla riduzione delle emissioni dei gas a effetto sera, redatta congiuntamente da quattro ministeri (MATTM, MISE, MIT, MPAF), a testimonianza della necessità di collaborazione sopra ricordata.

Regione Lombardia sta redigendo il nuovo Programma Regionale Energia Ambiente e Clima (PREAC) e, nella definizione del relativo Atto di indirizzo, ha specificato di voler sostenere iniziative quali la riduzione delle emissioni di gas climalteranti, l’implementazione delle energie rinnovabili oltre che una generale riduzione dei consumi di energia, per puntare a raggiungere la neutralità carbonica nel 2050.

Regione Piemonte ha approvato alla fine del 2020 il documento di indirizzo “Verso la Strategia regionale sul cambiamento climatico”. La Strategia Regionale dovrà fornire le linee di azione che consentano da una parte di raggiungere l’obiettivo della neutralità climatica al 2050 e dall’altra di predisporre adeguate misure di adattamento al cambiamento climatico.

È in questo contesto che Fondazione Cariplo ha deciso di intervenire e, nell’ambito del progetto F2C – Fondazione Cariplo per il Clima, lanciare la Call for ideas “Strategia Clima”. L’edizione 2020 era rivolta ai comuni medi e grandi. nel 2021, invece, ha riguardato i comuni piccoli (< 20.000 abitanti).

La Call for ideas intende sostenere quei processi di mitigazione e adattamento al Cambiamento Climatico quali la diminuzione delle emissioni climalteranti, la riduzione della vulnerabilità ai fenomeni meteorologici estremi nonché iniziative di sensibilizzazione e diffusione di conoscenza scientifica nei confronti di istituzioni e cittadinanza sugli impatti del riscaldamento globale.

Il supporto di Fondazione Cariplo consiste in un servizio di Assistenza Tecnica per la definizione di una Strategia di Transizione Climatica e nel successivo sostegno per la realizzazione degli interventi di adattamento (ad es. forestazione urbana, depavimentazione dei suoli, Nature Based Solutions) e mitigazione (ad es. efficientamento energetico di edifici, stimolo alla mobilità sostenibile), ma anche alla revisione degli strumenti urbanistici, al capacity building per i tecnici comunali e al coinvolgimento della cittadinanza e monitoraggio climatico.

Nell’ambito dell’ “Accordo Quadro in campo ambientale sottoscritto tra Regione Lombardia e Fondazione Cariplo per avviare una collaborazione per sostenere azioni congiunte nel campo della sostenibilità ambientale e della tutela delle risorse naturali è previsto anche il sostegno ad iniziative di adattamento al cambiamento climatico in ambito urbano, in particolare azioni di depavimentazione e forestazione.

Call for ideas Strategia Clima 2020

Complessivamente la prima edizione della Call ha coinvolto quattro raggruppamenti territoriali (Bergamo, Brianza Ovest, Brescia e Mantova) con un budget complessivo di 22 Milioni di euro per l’implementazione delle quattro Strategie di Transizione Climatica, di cui 5 milioni da parte di Fondazione Cariplo, 4 dalla collaborazione con Regione Lombardia e 13 milioni da parte dei territori.

Le  quattro alleanze territoriali selezionate coinvolgono complessivamente 24 diversi enti tra amministrazioni comunali, parchi, fondazioni e associazioni del terzo settore.

 

ALLEANZE TERRITORIALI BERGAMO BRESCIA BRIANZA OVEST MANTOVA
Capofila Comune di Bergamo Comune di Brescia Comune di Cesano Maderno Comune di Mantova
Amministrazioni pubbliche partner / / Comuni di Bovisio Masciago, Meda, Varedo Comuni di Curtatone, Marmirolo, Porto Mantovano, San Giorgio Bigarello, Unione Colli Mantovani
Enti gestori di aree naturalistiche Parco dei Colli di Bergamo, ERSAF Parco delle Colline di Brescia Parco delle Groane Parco Regionale del Mincio
Enti del terzo settore Legambiente Lombardia Onlus Fondazione Centro Euro-Mediterraneo per i Cambiamenti Climatici, AmbienteParco impresa social srl Fondazione Lombardia per l’Ambiente, Agenzia Innova21, Protezione Civile Cesano Maderno Onlus Alkémica coop. Soc. Onlus

 

ALLEANZE TERRITORIALI BERGAMO BRESCIA BRIANZA OVEST MANTOVA TOTALE
Cofinanziamento del territorio € 6.122.849 € 2.862.000 € 2.324.000 € 1.894.486 € 13.203.335
Cofinanziamento di Regione Lombardia € 1.100.000 € 1.400.000 € 440.000 € 1.049.250 € 3.989.250
Cofinanziamento di Fondazione Cariplo € 1.300.000 € 1.850.000 € 1.020.000 € 637.000 € 4.807.000
BUDGET COMPLESSIVO € 8.522.849 € 6.112.000 € 3.784.000 € 3.580.736 € 21.999.585

 

  • “Cli.C. Bergamo!” con capofila il Comune di Bergamo in partenariato con il Parco dei Colli di Bergamo, Legambiente Lombardia ed ERSAF. Il progetto intende attivare un processo di trasformazione e consapevolezza urbana in grado di cogliere le opportunità che i servizi ecosistemici offrono per affrontare gli impatti sul territorio del cambiamento climatico: eventi estremi di pioggia, rischio idrogeologico, ondate di calore. Sarà individuata una strategia di mitigazione e adattamento che introdurrà le molteplici e complementari competenze dei partner: decisori politici, enti di tutela del capitale naturale e società civile.Le Strategie di Transizione Climatica
  • “Un Filo-Naturale. Una comunità che partecipa per trasformare la sfida del cambiamento climatico in opportunità” con capofila il Comune di Brescia in partenariato con Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici (CMCC), AmbienteParco, Parco delle Colline di Brescia. Il progetto si prefigge di rispondere a tre bisogni principali: ondate di calore, siccità e perdita di habitat realizzando una sorta di “CITTÀ OASI”; aumento significativo dei fenomeni piovosi estremi realizzando una “CITTÀ” SPUGNA”; bisogno di naturalità dei cittadini creando una “CITTÀ PER LE PERSONE". In particolare, le azioni di adattamento e mitigazione proposte sono collegate da un unico filo conduttore: l’intenzione di incrementare il capitale naturale e la biodiversità in ambiente urbano. Altro tema fondamentale è la partecipazione: comunità resilienti partecipino alla progettazione degli interventi di miglioramento del microclima urbano e che si prendano cura dei nuovi spazi.
  • “La Brianza Cambia Clima” con capofila il Comune di Cesano Maderno (MB) in partenariato con i Comuni di Bovisio Masciago, Meda, Varedo, Parco delle Groane e della Brughiera Briantea, Agenzia Innova21 per lo sviluppo sostenibile, Fondazione Lombardia per l'Ambiente e l’Associazione di volontari della Protezione Civile di Cesano Maderno. Il progetto intende rafforzare la capacità di risposta di una rete di enti locali agli impatti dei cambiamenti climatici, con un’azione coordinata e sovracomunale. Oltre alla realizzazione di interventi diffusi sul territorio, si prevede la revisione degli strumenti urbanistici e attività di formazione per il personale comunale, oltre alla promozione di buone pratiche di adattamento e mitigazione presso la cittadinanza.
  • “ACE3T - CLIMA - Acqua, Calore ed Energia: 3 pilastri per la Transizione CLImatica del MAntovano” con capofila il Comune di Mantova in partenariato con i Comuni di Curtatone, Marmirolo, Porto Mantovano, San Giorgio Bigarello, Parco del Mincio, Unione Colli Mantovani e Alkémica Cooperativa Sociale. Il progetto intende superare le criticità climatiche che compromettono la situazione idrogeologica locale con ripercussioni sulla sicurezza (allagamenti, ondate di calore), sulla qualità ambientale e sul sistema produttivo (siccità e eventi estremi distruttivi). Si lavorerà al contempo sulla mitigazione (efficientamento, transizione energetica), mettendo in atto azioni ed interventi strutturali (regolamenti, norme) che agiscano sul costruito, sul comparto produttivo e incentivino comportamenti virtuosi.

È attualmente in corso la seconda edizione della Call for ideas “Strategia Clima”. La scadenza per la presentazione delle domande era il 30 novembre.
Gli esiti del processo di selezione saranno resi noti con pubblicazione sul sito della Fondazione entro la fine di gennaio 2022.

CRONOPROGRAMMA DI STRATEGIA CLIMA

cronoprogramma strategia Clima
 
 

 

Vedi anche...

ambiente

ambiente siccità

Fondazione Cariplo e Regione Lombardia per la transizione ecologica

12 milioni per cambiamento climatico ed efficienza energetica
Leggi tutto

ambiente

alleanze clima 21ott 634x634

Le strategie di transizione climatica di Brescia e della Brianza Ovest

Le strategie di transizione climatica del Comune di Brescia e della Brianza Ovest - presentazione il 2 luglio
Leggi tutto

ambiente

alleanze clima 21ott 634x634

Alleanze per la transizione climatica

Le strategie di transizione climatica di Bergamo e Mantova - presentazione il 21 ottobre alle 10.30
Leggi tutto

Per l’elenco delle aree operative, Clicca qui