HomeContattiMappa del sitoLogin

01-06-2011 - Apre il Museo della Collezione d'arte Cariplo

Inizia il conto alla rovescia per l’apertura a Milano del Museo dell’Ottocento presso le Gallerie di Piazza Scala, che da ottobre 2011 permetterà ai visitatori di ammirare dal vivo i capolavori delle collezioni d’arte di Fondazione Cariplo e di Intesa San Paolo, 197 opere in totale finora visitabili solo in occasione di allestimenti temporanei o fruibili in rete. Per Fondazione Cariplo si tratta del coronamento di un lungo percorso di valorizzazione del proprio patrimonio artistico, iniziato con una vasta ricognizione storico-critica della propria raccolta e culminato con il lancio nel 2008 del museo virtuale nel sito www.artgate-cariplo.it. Il nuovo spazio espositivo sarà ospitato nei Palazzi Anguissola, Canonica e Brentani, messi a disposizione e appositamente ammodernati da Intesa San Paolo.

Della collezione Cariplo saranno visibili ben 135 opere, tra cui importanti gessi del Canova e tele di Francesco Hayez, Giuseppe Molteni, Mosè Bianchi, Luigi Bisi, Giovanni Migliara, Carlo e Giuseppe Canella, Domenico e Gerolamo Induno, Sebastiano De Albertis, Eleuterio Pagliano, Leonardo Bazzaro, Filippo Carcano, Eugenio Gignous, Emilio Gola, Pompeo Mariani, Emilio Longoni, Angelo Morbelli, Gaetano Previati e Giovanni Segantini.

I giovani, infine. Uno degli obiettivi del nascente Museo sarà infatti coinvolgere i ragazzi permettendo loro di esporre nelle sale museali le proprie creazioni d’arte realizzate nell’ambito di un concorso lanciato sul sito Artgate nella sezione ArtL@b. La competizione è un’iniziativa sperimentale indirizzata a 10 scuole secondarie di secondo grado della Lombardia per produrre elaborati interdisciplinari e creazioni reinterpretando una o più opere d’arte della raccolta Cariplo, e partirà con l’anno scolastico 2011-2012.

La collezione d’arte di Fondazione Cariplo


(nell’immagine, F. Hayez, L’ultimo abboccamento di Jacopo Foscari con la propria famiglia prima di partire per l’esilio cui era stato condannato, 1838, olio su tela).

 Torna all'elenco