Il modello EFQM

La Visione: gli otto concetti fondamentali

Secondo la visione dell’EFQM, l’eccellenza consiste nel conseguire risultati in grado di soddisfare tutti gli stakeholders dell’organizzazione, mediante agilità, flessibilità, velocità e reattività al mutare delle esigenze del “cliente”. Le organizzazioni eccellenti misurano e prevedono queste esigenze e i propri risultati, tengono sotto controllo e riesaminano costantemente le performance proprie e delle altre organizzazioni. Tutto questo per creare valore per il cliente e sostenerlo nel tempo, superando i meri requisiti minimi e sforzandosi di comprendere le attese degli stakeholder e di rispondervi adeguatamente.
Gli otto concetti fondamentali che sostengono il modello sono:

  • attenzione al cliente
  • orientamento ai risultati
  • leadership e coerenza negli obiettivi
  • apprendimento, innovazione e miglioramento continui
  • coinvolgimento e la crescita delle persone
  • gestione tramite processi e fatti
  • sviluppo di partnerships
  • responsabilità sociale d’impresa
 
 

I Nove Criteri

Il Modello EFQM è un quadro di riferimento non prescrittivo fondato su nove Criteri ed è utilizzabile per valutare i progressi di un’organizzazione sul percorso verso l’Eccellenza.

I nove Criteri del Modello sono:
1. Leadership
2. Persone
3. Politiche e strategie
4. Partnership e risorse
5. Processi
6. Risultati relativi alle persone
7. Risultati relativi ai clienti
8. Risultati relativi alla società
9. Risultati di performance

I primi 5 criteri vengono definiti “Fattori” e i rimanenti quattro “Risultati”. Intervenire con azioni di miglioramento sui Fattori comporterà un effetto positivo sui Risultati.
Le frecce evidenziano la natura dinamica del Modello: esse indicano come l’innovazione e l’apprendimento contribuiscano a rafforzare i Fattori (“ciò che l’organizzazione fa”), i quali a loro volta conducono ad un miglioramento dei Risultati (“ciò che l’organizzazione consegue”).

 
 

La logica RADAR

Al cuore del modello si colloca la logica RADAR, acronimo di Results (Risultati) - Approach (Approccio) - Deployment (Diffusione) - Assessment (Valutazione) - Review (Riesame).

Secondo la logica RADAR ogni organizzazione dovrebbe:

  • definire i Risultati che intende raggiungere nell’ambito del processo di elaborazione delle proprie Politiche & Strategie: tali risultati comprendono la performance dell’organizzazione (a livello finanziario e operativo) e le percezioni degli stakeholder
  • pianificare e sviluppare un insieme integrato di approcci coerenti con l’obiettivo di generare i risultati voluti
  • diffondere tali approcci in modo sistematico per garantirne la piena attuazione
  • valutare e riesaminare gli approcci adottati, attraverso il monitoraggio e l’analisi dei risultati conseguiti e delle attività di miglioramento in atto

Le applicazioni della metodologia RADAR sono molteplici: gli elementi RADAR possono essere utilizzati come “struttura di base” nella costruzione di un progetto o un approccio e per identificare potenziali aree di miglioramento.

 
 

Il processo di autodiagnosi

EFQM ha sviluppato una metodologia di Autodiagnosi (Self Assessment) che consente all’organizzazione di:

  • conoscere i propri punti di forza
  • verificare l’efficacia dei processi utilizzati e  individuare potenziali aree di miglioramento
  • misurare periodicamente i progressi compiuti
  • diffondere all’interno dell’organizzazione i Concetti Fondamentali dell’Eccellenza
  • condurre le varie iniziative di miglioramento in modo integrato con le attività aziendali ordinarie
  • confrontarsi con altre organizzazioni eccellenti avvalendosi di un insieme di criteri accettati e ampiamente diffusi a livello europeo anche al fine di identificare e condividere best practices.